Conferenza: CRIMINE E SPAZIO

Giovedì 27 Settembre – ore 21.00
per il ciclo “Appuntamento con la Scienza”, con la conferenza:
CRIMINE E SPAZIO
Il contributo delle scienze forensi all’esplorazione spaziale

 

L’Universo –con le sue collisioni, esplosioni, nascite e morti- si presenta alla mente dello scienziato come una fucina di misteri da analizzare e risolvere. Non è quindi una mera coincidenza che l’Agenzia Spaziale Americana abbia istituito il NASA Space Forensics, un progetto interdisciplinare che pone in parallelo ricerca astronomica e forense. Attraverso un viaggio in più tappe, questa conferenza discute il ruolo occupato dalle scienze forensi all’interno dell’esplorazione spaziale e delle geoscienze. Inizialmente sarà oggetto d’indagine lo studio del materiale extraterrestre in contesti giudiziari. Questa prima tappa si focalizzerà principalmente sull’analisi di 53 meteoriti il cui impatto, dal primo Ottocento ad oggi, abbia provocato danni a strutture, oggetti ed esseri umani. Inoltre, sarà esaminato il fenomeno del “mercato nero” di frammenti meteorici, un commercio organizzato alla stregua del traffico di droga ed ugualmente illegale.
Successivamente le scienze forensi, così come ordinariamente concepite in ambiente terrestre, saranno sottoposte ad un inedito banco di prova: lo spazio cosmico, la cui esplorazione sta per entrare in una nuova era conoscitiva grazie alle future missioni su Marte ed al cosiddetto turismo spaziale; sogno questo ormai non più impossibile. Anche se nessuna emergenza ha avuto ancora luogo, la NASA ha siglato, nel 2002, un accordo con il National Institute of Justice per implementare le tecnologie di repertazione nell’eventualità che un evento criminale sia commesso su una navicella spaziale. Investigheremo così le modalità di prelevamento dei campioni biologici, l’analisi delle tracce ematiche e tossicologiche, il rilevamento di impronte digitali a bordo di un’astronave. Infine, sarà esposto un protocollo, ideato dai relatori, per il reclutamento di astronauti impegnati in lunghe esplorazioni extra-orbitali basato sulle neuroscienze forensi e sulla genetica comportamentale. Lo studio, illustrato per la prima volta nel corso del 68° Congresso Annuale dell’American Academy of Forensic Sciences (Las Vegas, 2016), è stato discusso presso l’Agenzia Spaziale Italiana e pubblicato sul giornale Forensic Magazine (USA) e successivamente sulla rivista astronomica Le Stelle, e infine sulla rivista peer-reviewed Substantia del Dipartimento di Chimica dell’Università di Firenze. Il protocollo include la valutazione di alcune regione anatomiche cerebrali le cui anomalie possono generare comportamenti antisociali così come l’esame di quei polimorfismi genetici che possono indurre reazioni di inusitata violenza in risposta ad eventi stressori. Ripercorrendo gli studi e le simulazioni proposte dalla NASA sugli effetti di lunghi periodi di isolamento nello spazio e discutendone i risultati alla luce della criminogensi evolutiva (ossia lo studio della violenza e dell’aggressività umana dal punto di vista evoluzionistico), il protocollo investiga i fattori biologici, psicologici e psico-sociali (come il fenomeno dell’Earth-out-of-view, ovverso la scomparsa della Terra dall’orizzonte visivo che sarà sperimentato per la prima volta nella storia dell’uomo dagli astronauti impiegati per i prossimi viaggi marziani) che possono influenzare negativamente i membri di un equipaggio nel corso di un volo di lunga durata al di fuori dell’orbita terrestre.
I relatori:
Vincenzo Lusa, avvocato, antropologo e criminologo. E’ docente di Diritto penale presso l’International Instituite (Europa 2010) dell’Università Pontificia in Roma e presso l’Università UNISED in Milano.Editore-collaboratore per “Il Sole 24 Ore”, ha pubblicato oltre 70 articoli scientifici e dieci monografie in materia di diritto penale, antropologia criminale e criminologia sia in Italia che all’estero. I suoi principali interessi di ricerca si concentrano sulla responsabilità del crimine e sulle neuroscienze dell’intento.
Annarita Franza, PhD è docente presso la Scuola di Scienze della Salute Umana dell’Università di Firenze. Membro Associato dell’American Academy of Forensic Sciences, è autore di numerose pubblicazioni scientifiche, a carattere nazionale ed internazionale, nel campo delle scienze forensi, delle geoscienze e della museologia scientifica.

 

Ingresso € 4,00
info e prenotazioni: tel. 035621515 mail info@latirredelsole.it

VN:R_U [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
VN:R_U [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)
To report this post you need to login first.

Lascia un commento