Riforma sanitaria in Lombardia sui cronici


Di fronte alla campagna a senso unico che invita i malati cronici a decidere per il “gestore”, Rifondazione Comunista, le liste di “Potere al popolo” e “Sinistra per la Lombardia” promuovono uni incontro con il contributo qualificato di esperti di Medicina Democratica.
Il nostro sistema sanitario pubblico e universalistico, riconosciuto come uno dei migliori al mondo, da tempo è sotto attacco. In questa direzione Lombardia, negli ultimi vent’anni (con Formigoni e con Maroni) ha fatto da battistrada determinando – fra corruzione e sprechi – livelli assistenziali in caduta libera, liste e tempi d’attesa in continua crescita, una progressiva diseguaglianza di accesso ai servizi.
E’ da questo contesto che è scaturita la “riforma” del “gestore” per i malati cronici, una riforma che è nata attraverso delibere della Giunta Regionale e sulla quale i gruppi di “opposizione”(!?) nemmeno hanno voluto chiedere la discussione nel Consiglio Regionale.
Non è un caso che il promotore della riforma sia il bergamasco Angelo Capelli, ex ciellino ed ex segretario di Forza Italia, oggi candidato alleato di Giorgio Gori.
Proprio in questi giorni i malati cronici della Lombardia, cioè un terzo dell’intera popolazione, stanno ricevendo la lettera dalla Regione che li “invita” a scegliere un “gestore”, cioè – nella maggioranza dei casi – una società e una cooperativa che avrà il compito di pianificare l’assistenza e le cure di cui necessitano.
Si tratta di una riforma che sposta enormi risorse pubbliche (circa 12/14 miliardi, cioè il 70% della spesa sanitaria regionale) a favore dei profitti della sanità privata, cioè un altro passo verso una drastica privatizzazione del sistema sanitario pubblico regionale.
Ricordiamo in primo luogo in particolare agli interessati che la maggioranza dei medici di base della Lombardia di fatto non ha aderito e che in ogni caso il cittadino può scegliere di rimanere con il proprio medico e non indicare il “gestore”, senza subire per questo alcuna penalizzazione.
Ne parliamo:

Mercoledì 21 Febbraio,ore 20,45
presso la Sala Civica di Almè in piazza Lemine

Interverranno:
FULVIO AURORA
Resp.Vertenze giudiziarie Medicina Democratica
ELISABETH COSANDEY
Operatrice sanitaria in pensione Medicina Democratica
Coordina:
Gianpiero Bonvicino
Candidato consigliere regionale Sinistra per la Lombardia

VN:R_U [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
VN:R_U [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)
To report this post you need to login first.