Apparizioni Ghiaie di Bonate: i retroscena dell’ esproprio del Campo del Colleoni

(BONATE SOPRA)

Un esproprio illegittimo ed un parcheggio sul luogo dell’ Apparizione di Ghiaie

Nessuno dice niente, tutti i giornali con il bavaglio, eppure alle Ghiaie di Bonate sta avvenendo una
ingiustizia ed uno scempio indicibili. La Diocesi di Bergamo con un accordo stipulato con il Comune di Bonate sopra fin dal giugno 2013 si è impegnata a versare ben 710mila euro (soldi dell’ 8×1000 ?) per
favorire l’ esproprio di tutto il giardino confinante, di proprietà della Fondazione SAINTE CROIX onlus che comprò in allora (nel 2008), legittimamente, il Campo del Colleoni per onorare l’ apparizione e farne un giardino per la preghiera (se ricordate fu ripulita e bonificata la ex-autodiscarica Colleoni ed ora lì sorge anche una piccola chiesetta intitolata alla Santa Croce).
Il Comune di Bonate Sopra, con il suo attuale Sindaco FERRARIS Massimo (già assessore all’ urbanistica dello stesso Comune nel 2013 nell’ amministrazione GELPI), con la sua lista fu eletto tre anni fa proprio presentando nel suo programma il progetto di esproprio della proprietà della SAINTE CROIX, era allora Parroco di Ghiaie Don Davide Galbiati, che diede tutto il suo “appoggio” all’ operazione nelle successive elezioni amministrative (si vedano i voti della frazione Ghiaie rispetto a tutte le altre sezioni del Comune in epigrafe).
Esproprio di un luogo di interesse religioso ed anche storico, stante il fatto che proprio lì, nel Campo del Colleoni, la bambina Adelaide Roncalli nel maggio del 1944 dichiarò di avere visto la Madonna e la Santa Famiglia apparire 13 volte “….. sopra i fili della luce….”.
Dopo molti ricorsi dei legittimi proprietari, stranamente tutti cassati dal TAR di Brescia, ed anche esposti di natura penale contro i fautori di questo “accordo” tra Diocesi e Comune, a motivo che unica beneficiaria dell’ “operazione” risultava proprio la Diocesi di Bergamo, poche settimane fa il 30 luglio 2017 il Comune ha dichiarato in Consiglio Comunale “l’ interesse pubblico” (???) di un luogo religioso per farci passare la strada comunale Via Carsana e realizzare un ulteriore parcheggio limitrofo proprio alla Cappelletta (20 mt lineari). Fatevi un giro alle Ghiaie, provate a vedere se mancano parcheggi in via Carlo Carsana e se è il caso di distruggere il luogo dell’ apparizione (della Fondazione) per fare altri 40 posti. Certamente la tutela “dell’ oasi di preghiera” riuscirà bene con le auto che passano a 20 metri dai fedeli in preghiera.
Nel Consiglio Comunale del 30 luglio 2017 l’ opposizione ha levato gli scudi contro questa “operazione di eliminazione del competitor” giudicandola insensata, inutile e gravemente lesiva del tessuto storico-religioso del luogo. Ma la Diocesi non dovrebbe adoperarsi per tutelare proprio i luoghi religiosi di Madre Chiesa ?
Evidentemente la Madonna lì non è mai apparsa, come già fu deciso da alcuni degni porporati nel 1948 con il Decreto “non consta de soprannaturalitate”, ma allora perchè si spendono 710mila euro per favorire l’ operazione ? (infatti il Comune non avrebbe i fondi per eseguirla se non con il contributo del privato Diocesi di Bergamo).
Eppure questo luogo viene tranquillamente sacrificato.
Si sta realizzando quindi, nel silenzio più totale dei media, un illegittima se non addirittura illecita operazione di interesse clerical-massonico, e nessuno dai palazzi della Procura di Bergamo, nonostante le denunce presentate, fa o dice nulla.
Questa è la Chiesa cattolica di Bergamo.
Questi sono i testimoni di Cristo, crocefisso un’ altra volta sull’ altare dell’ interesse politico-economico (le offerte dei fedeli).
delibera_consiglio_n_25 allegato a delibera cc 25 notifica_provvedimento_fondazione_03082017 documenti delibera

il giardino di preghiera al Campo del Colleoni soggetto ad esproprio

il giardino di preghiera soggetto ad esproprio

 

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 4.0/5 (1 vote cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +1 (from 1 vote)
Apparizioni Ghiaie di Bonate: i retroscena dell' esproprio del Campo del Colleoni, 4.0 out of 5 based on 1 rating
To report this post you need to login first.

Lascia un commento